Un uomo d’affari viene arrestato nel Ceará rapendo una donna e chiedendo 1 milione di R$ in bitcoin

Un uomo d’affari viene arrestato nel Ceará rapendo una donna e chiedendo 1 milione di R$ in bitcoin

L’uomo ha detto alla polizia di essere stato vittima di un colpo di stato

Bitcoin come salvataggio: uomo d’affari arrestato dietro a un rapimento per vendetta in Ceará
Casa utilizzata come prigionia nella zona rurale del comune di Moraújo (CE). (Foto: Divulgação/Policia Civil)

La Polizia Civile del Ceará ha arrestato l’uomo d’affari Calebe Barbosa do Carmo venerdì (18). È sospettato di aver pianificato il rapimento di una donna nella città di Tianguá per chiedere un riscatto di un milione di R$ a Bitcoin. Secondo le indagini, il crimine è stato motivato da una vendetta contro i figli della vittima.

In una dichiarazione alla polizia, Caleb ha affermato che i figli della vittima gli avevano fatto del male investendo in criptomorak. Ha poi deciso di viaggiare un paio di volte da Moraújo a Tianguá per monitorare e studiare la routine della famiglia e tracciare il rapimento.

Secondo la polizia, il gruppo di tre sospetti avrebbe chiesto un milione di dollari di R$ (1 milione di dollari) per far rilasciare la vittima viva.

„Era finalizzato ad ottenere un trasferimento in bitcoins (moneta digitale) in cambio della libertà della vittima“, dice la nota della Segreteria di Pubblica Sicurezza e Difesa Sociale dello Stato del Ceará.

Leggi anche
Chi è l’accusato di aver creato una piramide finanziaria che ha sparato a una vittima di un colpo di stato
La Forza Spaziale USA usa Blockchain per aumentare la sicurezza
L’uomo che riceve aiuti d’emergenza cerca di recuperare il denaro perduto nella piramide della giustizia
Ai rapitori, Caleb avrebbe promesso 10.000 dollari a testa.

Rapimento e bitcoin

Secondo la polizia, la donna è stata tenuta in una prigione privata in una proprietà nella zona rurale del comune di Moraújo. I sospetti avrebbero rubato gioielli e una somma di denaro che era nella sua borsa.

Il piano per ottenere 1 milione di R$ (1 milione di dollari) in Bitcoin è stato frustrato dall’arrivo della polizia. Un uomo che osservava la vittima è riuscito a fuggire attraverso un cespuglio. Ma secondo la polizia, tutte le persone coinvolte sono state identificate.

Caleb, che ha organizzato il rapimento, secondo la polizia aveva già dei precedenti penali, come la ricezione e il possesso di droga.

Le telecamere hanno ripreso l’azione
Le prime indagini per chiarire il caso sono iniziate con la verifica delle immagini delle telecamere di sicurezza, dice la nota. La donna è stata rapita da due uomini mentre saliva in macchina davanti a uno studio dentistico verso l’ora di pranzo del 17.

Dopo aver analizzato le immagini, gli investigatori si sono resi conto che un’auto sosteneva i rapitori. Quando ha estratto i dati dall’auto, la polizia ha identificato che era stata affittata, il che indicava la casa di Caleb nella città di Sobral.

Secondo la polizia, Caleb ha confessato il suo coinvolgimento nel rapimento quando ha testimoniato alla stazione di polizia di Tianguá. A quel punto, la polizia si stava anche mobilitando in cattività per liberare la vittima.

Hanno lavorato al caso agenti della Divisione Antirapina (DAS), del Dipartimento Rapine e Furti (DRF) e della Stazione Regionale di Polizia di Tianguá. Caleb è stato accusato di furto aggravato dal concorso del popolo e dalla limitazione della libertà della vittima.

Può essere processato per associazione a delinquere ed estorsione attraverso il rapimento, un crimine efferato con una pena detentiva da otto a quindici anni.